Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
San Gimignano (Siena, Toscana) - 20 Dicembre 2014

La Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea si arricchisce

La Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea si arricchisce
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- WhatsApp
Con una donazione di tredici opere di Adami, Campigli, Carrà, Casorati, De Chirico, De Pisis, Guttuso, Mafai, Morlotti, Pirandello, Sironi e Soffici, la Galleria d’Arte Modena e Contemporanea si arricchisce. Il Comune di San Gimignano, con l’organizzazione di Opera - Civita Group, ha organizzato una mostra - che resterà aperta fino alla fine di agosto 2015 - con queste opere di valore artistico, alquanto rilevante, per cercare di testimoniare, in particolare, quello che era il gusto del collezionismo della media-alta borghesia negli anni fra ’60 e ’80 dello scorso secolo. La donazione si deve allo scrittore fiorentino, appassionato collezionista, Gianfranco Pacchiani vissuto a Roma e scomparso lo scorso anno 2013, che si va ad aggiungere ad una precedente donazione della moglie dello stesso Pacchiani, Fiamma Pomponio, che aveva donato un ampio corpo di opere d’arte come maioliche, bronzi, sculture lignee di vario periodo, dal XIV al XX secolo.
L’idea di questa donazione fu del raffinato critico d’arte e curatore di varie mostre e pubblicazioni, il sangimignanese Gabriele Borghini, scomparso prematuramente, che aveva vissuto molti anni a Roma e, tra l’altro, già soprintendente ai beni storici e artistici per le Province di Siena e Grosseto, che aveva intercesso col collezionista per giungere a questa conclusione, che non ha potuto, però, vedere realizzata.
giorgio mancini