Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Algeria, Estero - 8 Giugno 2018

L'11 giugno 2018 con Antonio Maiello et les Amis du Monde

L'11 giugno 2018 con Antonio Maiello et les Amis du Monde
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- WhatsApp
Si attende con trepidazione l'antemprima nazionale del concerto “Antonio Maiello et Les Amis du Monde” previsto lunedì 11 giugno 2018, alle ore 22.30, presso Salle Ibn Zeydoun, in Algeria. L'evento è inserito nel contesto della manifestazione "La Route de la Soie et du Savoir". L'11 giugno è una data molto importante in quanto si tratta de la Nuit Sacrée, che coincide proprio con il Ramadan: periodo ricco di significato e, dunque, particolarmente sacro per gli islamici. L’Institut Culturel Italien d'Alger in collaborazione con il Ministere de la Culture e l'OREF presentano il concerto “Antonio Maiello et Les Amis du Monde” che equivale ad una straordinaria manifestazione culturale. Antonio Maiello apprezzato artista italiano di origine partenopea torna ad esibirsi nella sua amata Algeria dove lo scorso mese di aprile ha iniziato un lavoro approfondito per selezionare giovani musicisti e valorizzare talenti musicali locali che lo accompagneranno appunto in questa nuova avventura. La formazione musicale dell'"Antonio Maiello et les Amis du Munde" è composta da: Antonio Maiello (piano), Jacqueline Maria Ferry (voce/mandolino), Alessandro Tomei (Sax/Flauto), Mouna Bennamani (violino andaluso), Sarah Saidi (violino), Omar Terki (beat box), Hichem Chergoui (violoncello), Yanis Hamchaoui (chitarra acustica), Ahmed Bouifrou (violino), Boualam Riyadh (Oud), Bouchakour Massine (flauto), Lofti Soua (percussioni). Il Maestro Antonio Maiello è considerato un grande narratore delle antiche e profonde radici culturali ed emotive che uniscono popoli e culture musicali di diversa provenienza. Con il suo ensamble Les Amis du Monde è ritenuto una grande eccellenza della musica mediterranea. Le sue straordinarie e raffinate composizioni arrivano al grande pubblico, perché traggono le proprie radici sia dalla musica popolare del mondo che dalla tradizione della melodia sinfonica ed operistica italiana. Stiamo parlando di un gruppo di musicisti unico, capace di rileggere dall'importante tradizione orale della musica magrebina ed indiana alle arie più famose al mondo della lirica italiana in un mélange che non dimentica quelle che sono state le grandi influenze del Rock, del Blues e del Jazz. Musicisti eclettici, persone colte e popolari che parlano al mondo in questo momento così complesso e uniscono le culture per far venir fuori il meglio del linguaggio universale che è la musica.