Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Garessio (Cuneo, Piemonte) - 1 Dicembre 2016

Il lavoro del S.A.G.F. di Cuneo in Val Tanaro

Il lavoro del S.A.G.F. di Cuneo in Val Tanaro
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- WhatsApp
Durante l'alluvione che ha colpito il territorio cuneese diversi militari del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza (S.A.G.F.) di Cuneo, con l’ausilio di tre mezzi, sono stati impiegati in importanti azioni di aiuto in favore delle popolazioni colpite dagli allagamenti e dalle frane in Val Tanaro. Il fiume, ostruito all’altezza del ponte Vittorio Emanuele II, è esondato nel territorio comunale di Garessio dividendo la città in due e riempiendo di detriti e fango gli esercizi commerciali, le vie del centro e le abitazioni private site a piano terra. Durante le prime fasi dell’emergenza, le Fiamme Gialle, unitamente alle altre unità militari e civili di soccorso, si sono prodigate per liberare e consentire l’ingresso alle abitazioni ed agli esercizi commerciali siti lungo la strada principale del paese e, successivamente, per portare il primo soccorso ai residenti di alcune frazioni isolate (Cerisola, Deversi e Trappa) distribuendo acqua e generi di prima necessità. La situazione di grave emergenza ha fatto emergere che le misure preventive studiate e messe in atto a seguito dell’esondazione hanno permesso che, aldilà degli ingenti danni ai negozi ed alle abitazioni, non vi siano stati né vittime né feriti tra gli abitanti delle località colpite.