Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Reggio Nell'emilia (Reggio Emilia) - 17 Maggio 2012

Il Lambrusco reggiano conquista l'alta ristorazione

Il Lambrusco reggiano conquista l'alta ristorazione
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-
DAL 14 AL 20 MAGGIO MONDO LAMBRUSCO
Il Lambrusco reggiano conquista l'alta ristorazione nel mondo

Dal 14 al 20 maggio l'evento Mondo Lambrusco unisce la più famosa bollicina del mondo con 4 continenti. 6 sono le cantine reggiane e 4 quelle emiliane che partecipano all'iniziativa, mentre 5 sono i ristoranti emiliani che per l'occasione propongono ricette speciali da accostare al Lambrusco. Curiosità, fame e sete non avranno tregua...

REGGIO EMILIA (17 maggio 2012) - È l'anima frizzante del Lambrusco anche reggiano ad unire America, Oceania, Europa ed Asia. Dal 14 al 20 maggio il vino italiano più presente nel mondo sarà infatti protagonista di Mondo Lambrusco, manifestazione che, dall'Australia agli Stati Uniti, riempirà per una settimana i calici di 37 ristoranti in 13 diverse nazioni.
L'iniziativa, promossa da Enoteca Regionale dell'Emilia Romagna in collaborazione con il Consorzio Marchi Storici dei Vini Reggiani e il Consorzio Marchio Storico dei Lambruschi Modenesi, e presentata in anteprima il 10 maggio all'International Culinary Center di New York, coinvolgerà il mondo intero attraverso 37 talentuosi cuochi italiani all'estero dell'associazione itchefs-GVCI, ciascuno dei quali realizzerà e proporrà per tutta la settimana dell'iniziativa una ricetta ideata per l'abbinamento al Lambrusco. Questa sera poi, quattro continenti alzeranno i calici all'insegna delle rosse bollicine emiliane con degustazioni, serate a tema ed eventi speciali in videoconferenza con l'Italia.
Ben 6 sono le aziende vitivinicole reggiane che con i propri vini top di gamma partecipano a Mondo Lambrusco: Cantina Puianello, Cantine Lombardini, Casali Viticultori, Donelli Vini, Medici Ermete, Rinaldini, azienda agricola Il Moro. A questo proposito afferma Davide Frascari, presidente del Consorzio dei vini reggiani: "Questa iniziativa è un eccezionale veicolo dei lambruschi di qualità nei più importanti circuiti internazionali della ristorazione nel mondo".
Ed insieme alle reggiane, aderiscono all'iniziativa le Cantine Ceci (PR), la Cantina di Sorbara (MO), quella di Cavicchioli (MO) ed infine quella di Opera 02 (MO).
Durante questa settimana, è un filo di bollicine rosse come rubini ad unire l'alta ristorazione italiana nel mondo con la terra emiliana. 5 chef stellati emiliano romagnoli si sono infatti lasciati coinvolgere ed entusiasmare dall'iniziativa: Gianni D'Amato del Rigoletto di Reggiolo (RE) Valentino Marcattilii del Ristorante San Domenico di Imola (BO), Luca Marchini del ristorante L'Erba del Re (MO), Emilio Barbieri del ristorante Strada Facendo (MO), Alberto Bettini della nota Trattoria da Amerigo di Savigno.
Presso questi ristoranti per l'intera settimana sarà possibile assaggiare il Lambrusco al calice in abbinamento con una ricetta speciale dedicata a questo vino.
Le ricette proposte rivelano la versatilità del Lambrusco come vino da assaporare dall'antipasto al dolce e la sua tendenza a divenire protagonista stesso dei piatti. Tra asparagi e vaniglia, tra frittate e prosciutto e tra morbide creme e salse, la rossa bollicina esalta i sapori e li rende unici.
Se poi la sete o la curiosità non lasciano tregua, tutte le sfumature di questo vino si possono scoprire in una cena da gourmet per tutta la settimana al ristorante Strada Facendo di Modena e al ristorante San Domenico di Imola grazie agli speciali menù degustazione dedicati alle bollicine che meglio interpretano lo stare insieme emiliano.