Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Ischia (Napoli, Campania) - 4 Aprile 2010

Ischia: Pontile Aliscafi Degradato E Pericoloso

Ischia: Pontile Aliscafi Degradato E Pericoloso
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-
E poi ci lamentiamo perché i turisti scelgono altre mete per le loro vacanze
ISCHIA: MIGLIAIA DI TURISTI ACCOLTI SU UN PONTILE DEGRADATO, ABBANDONATO E PERICOLOSO: CHE VERGOGNA!
Panchine divelte, lastre di marmo sparse qua e la, impianto antincendio abbandonato, struttura in legno fradicia e griglie "mobili", questo è lo scenario di desolante abbandono in cui versa il pontile degli aliscafi. E pensare che tre anni fa, in occasione della campagna elettorale nella quale fu eletto sindaco, l'attuale Primo cittadino ischitano Giuseppe Ferrandino tra le prime cose da fare prometteva "cura del territorio ed estetica cittadina". Peccato che in tre anni non sia riuscito neppure a dare dignità al porto principale dell'Isola e che dovrebbe rappresentare il carino biglietto da visita dell'isola Verde. Intanto occorre l'urgente risistemazione e messa in sicurezza del pontile di "Italia 90".
dalla Redazione di PCIML-TV
Circa un anno fa e precisamente il 15 maggio 2009, attraverso un servizio giornalistico di PCIML-TV ripreso persino dalla televisione satellitare "Canale Italia", mostrammo le immagine dell'aliscafo della compagnia "AliLauro" che nel mentre era impegnato nelle manovre di attracco nel porto d'Ischia, andò a sbattere abbastanza violentemente contro il pontile detto di "Italia 90" perché realizzato con i fondi elargiti nell'anno dei mondiali giocati nel nostro Paese. Quel giorno approfittammo per mostrare ai nostri telespettatori lo stato pietoso e di pericolo in cui versava quel pontile. Ebbene, stamattina domenica 4 aprile 2010, nel giorno di Pasqua in cui l'isola d'Ischia fa registrare il pienone di turisti, con le nostre telecamere siamo ritornati sul pontile ischitano e abbiamo trovato una situazione a dir poco raccapricciante. Oltre alla struttura in legno che continua inesorabilmente a marcire sotto la griglia che balla al passaggio dei pedoni e alle cassette elettriche aperte e ben in vista, quello che ci ha lasciati sconcertati è stato dover constatare la condizione di abbandono in cui versa l'impianto antincendio del pontile con le classiche cassette di colore rosso che sono aperte e abbandonate. Ma non è tutto: quelle che dovrebbero essere comode panchine su cui potersi accomodare i passeggeri in attesa degli aliscafi, sono scheletri di metallo divelti e pericolosi a cui fanno da contorno, per ben completare lo scenario di desolante degrado del pontile, pesanti blocchi di marmo sparsi qua e la: che vergogna! Così nei giorni dell'inizio ufficiale della stagione turistica 2010, grazie all'incapacità e all'insensibilità dell'Amministrazione comunale di Ischia guidata dall'Ingegnere Giuseppe Ferrandino, le decine di migliaia di turisti che hanno scelto l'isola Verde per trascorrere le festività pasquali, vengono accolti nel porto principale dell'Isola da degrado e pericoli: assurdo! E pensare che tre anni fa, in occasione della campagna elettorale nella quale fu eletto sindaco, l'attuale Primo cittadino ischitano tra le prime cose da fare prometteva "cura del territorio ed estetica cittadina". Ebbene a tre anni di distanza da quelle che sono rimaste solo misere promesse elettorali, quello che dovrebbe rappresentare il biglietto da visita per i graditi ospiti che sbarcano sulla nostra Isola, è un luogo tetro, abbandonato e pericoloso alla faccia della "cura del territorio e dell'estetica cittadina".

Più visti della settimanaTutti