Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Torino (Piemonte) - 19 Ottobre 2016

Intitolato A Gino Bartali Il Giardino Di Piazza Cavalcanti

Intitolato A Gino Bartali Il Giardino Di Piazza Cavalcanti
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- WhatsApp
Si è svolta, questa mattina, la cerimonia per l’intitolazione del giardino di piazza Cavalcanti a Gino Bartali. Erano presenti: il presidente del Consiglio comunale Fabio Versaci, il nipote di Bartali, Giacomo Bertagni, e il vicepresidente del Comitato piemontese di Federciclismo, Davide Vincenzutto.

Nel suo intervento, Versaci ha ricordato di Bartali la carriera da professionista, il dualismo con Coppi, l’impegno profuso negli anni della Seconda guerra mondiale a favore degli ebrei: “Un numero interminabile di giorni passati a portare, con la bicicletta, documenti falsi da una stamperia di Assisi a Firenze per aiutare gli ebrei ad avere una nuova identità e poter espatriare”.

Attività che nel maggio del 2005 è valsa a Bartali la medaglia d'oro al valor civile e che viene ricordata nella targa del giardino che recita “Gino Bartali - Campione del ciclismo e Giusto tra le Nazioni”.

Nel ringraziare la Città per l’intitolazione, Giacomo Bertagni ha sollecitato i giovani a non dimenticare il nonno quale esempio di sport e di vita che merita di essere ancora raccontato nelle scuole, d’accordo con Davide Vincenzutto che ne ha sottolineato il valore di atleta che ha caratterizzato il novecento e di uomo che ha segnato la storia del nostro Paese.


Nella foto: il momento dello scoprimento della targa. Da sinistra, Davide Vincenzutto (Federciclismo Piemonte), il nipote di Gino Bartali, Giacomo Bertagni, e il presidente del Consiglio comunale di Torino, Fabio Versaci.