Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Genova (Liguria) - 27 Novembre 2016

IL GENOA NON SI "SCANSA" E SPEZZA LA JUVE:3 a 1 e tutti a casa

IL GENOA NON SI
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- WhatsApp
GENOA-JUVENTUS: 3-1 Le reti di 3’ e 13’ Simeone, 29’ autorete Alex Sandro, 82’Pjanic

Ammoniti: 23’ Rincon, 77’ Cuadrado, 81’ Cofie
Sostituzioni: 33’ entra Rugani esce Bonucci, 53’ entra Higuain esce Lichtsteiner, entra Edenilson esce Lazovic, entra Sturaro esce Khedira, 87’entra Gakpe esce Rigoni, entra Biraschi esce Ocampos.

FORMAZIONI UFFICIALI:
Genoa (3-4-3): Perin, Izzo, Burdisso, Munoz, Lazovic, Rincon, Cofie, Laxalt, Rigoni, Simeone, Ocampos. A disposizione: Lamanna, Zima, Fiamozzi, Gentiletti, Biraschi, Ninkovic, Edenilson, Ntcham, Gakpé, Pandev. Allenatore: Ivan Juric

Juventus (3-5-2): Buffon, Lichtsteiner, Bonucci, Benatia; Dani Alves, Khedira, Hernanes, Pjanic, Alex Sandro, Cuadrado, Mandzukic. A disposizione: Audero, Neto, Rugani, Chiellini, Evra, Sturaro, Marchisio, Asamoah, Higuain, Kean Allenatore Massimiliano Allegri

ARBITRO:
Paolo Silvio Mazzoleni dirigerà la sua gara numero 161 in Serie A, la settima in questa che è la sua dodicesima stagione nel massimo campionato.

LA PARTITA:
Con un primo tempo praticamente perfetto il Genoa sorprende tutti ma soprattutto Allegri e la Sua Juventus che dopo 14 giornate cade a Marassi per la terza volta dopo averlo fatto per due volte a San Siro con Inter e Milan.
La squadra rosso-blu più brillante e determinata mette alle corde i bianco-neri che sono stati praticamente cancellati da una super prova del giovane Simeone che, con una doppietta manda in tilt la difesa della Juventus in poco meno di un quarto d’ora.
Le reti al 3’ su errore di Bonucci da due passi Simeone buca Buffon. Al 13’ Lazovic si gioca Alex Sandro mettendo al centro la sfera, colpo di testa trionfante di Simeone in picchiata da dentro l'area piccola al 29’ da un Corner di Lazovic, che serve Burdisso, che tira verso Buffon la deviazione di Rigoni ed il successivo tocco di Alex Sandro accompagna il pallone in rete per il 3 a 0 con la Juventus non pervenuta. Per il figlio d’arte Simenon sono quattro le reti in Serie A, non segnava dal 2 ottobre. Risultato a sorpresa quello di Genoa dove i liguri hanno fatto segnare come la Juventus non subiva 3 gol in un primo tempo di Serie A dall'aprile 2004 contro il Lecce. La ripresa dice ancora GENOA al 57’ ancora Simeone solo davanti a Buffon si fa stregare dal portiere bianconero in uscita e si divora il quarto gol. A 9 minuti dalla fine la Juventus resta in dieci uomini: finiti i cambi, Dani Alves infortunato non rientra in campo. All’82’ la squadra di Allegri accorcia su punizione straordinaria di Pjanic con un preciso destro a giro ben regolato a scavalcare la barriera. Perin in tuffo non può far nulla che raccogliere la sfera in rete. Si chiude qui una domenica da dimenticare per il popolo Juventino sempre più “incazzato” con mister Allegri che secondo alcuni se pur vincente continua a singhiozzo questo campionato riducendo a 4 i punti di vantaggio sul Milan con la Roma che sarà impegnata questa sera contro il Pescara ferma a 26. E’ la terza volta in questo campionato che la Juventus va in svantaggio in trasferta, le altre 2 a Milano ha perso e questo coincide con la terza sconfitta della stagione.