Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Castelnuovo Del Garda (Verona)

Gardaland Sea Life Aquarium: è arrivata Boadicea

Gardaland Sea Life Aquarium: è arrivata Boadicea
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-
A Gardaland Sea Life Aquarium è arrivata una compagna per Bradley, il leone marino della Patagonia (otaria birogna) che pesa 294 Kg ed è nato 12 anni fa al Palablu di Gardaland.
Bradley, che nel luglio del 2008 è stato il primo animale ad essere inserito in questa vasca scenografata come una baia argentina, si è adattato perfettamente al suo habitat ed ora ha trovato, finalmente, una compagna di vita e di giochi: si tratta di Boadicea detta "Boa", dal nome della regina degli Iceni della contea di Norfolk che guidò una grande rivolta antiromana nel 60 d.c. La bellissima leonessa marina arriva direttamente dall'Inghilterra come la valorosa sovrana che le dà il nome, pesa 165 kg e ha un'età di circa 20 anni.
Boadicea dopo un periodo di quarantena obbligatorio in cui è stata sottoposta a visite e prelievi per accertare il suo buono stato di salute, ha preso pieno possesso della sua nuova casa sotto gli occhi alquanto incuriositi di Bradley. L'idillio amoroso non è stato immediato in quanto Boa ha dapprima voluto "studiare" la situazione e il suo nuovo compagno. Ma, dopo qualche settimana di ambientamento, Bradley e Boadicea stanno finalmente socializzando e pare che il loro feeling cresca di giorno in giorno tanto che ora hanno deciso di dormire insieme.
I due leoni marini sono protagonisti ogni giorno di tre presentazioni educative al Gardaland Sea Life Aquarium durante le quali i visitatori possono conoscere da vicino la vita e le abitudini di queste straordinarie creature marine. La vasca che li ospita sorge all'esterno del Gardaland Sea Life Aquarium. La struttura, formata da una vasca principale con 550.000 litri d'acqua, è affiancata da altre due vasche, al coperto, che servono per la quarantena e la riproduzione. La vasca principale che tutti i visitatori possono ammirare è fornita di zone all'asciutto tematizzate secondo il paesaggio della Patagonia ed è progettata per creare un ambiente ricco e stimolante per gli animali, sicuro per gli spettatori e per gli animali stessi. Tutta la struttura è fornita di un impianto di filtraggio che garantisce un'ottima qualità dell'acqua, inoltre, per ricreare maggiormente l'ambiente a cui i leoni marini sono abituati, la vasca è stata dotata di una macchina che produce onde simili a quelle dell'Oceano. Dall'interno del Gardaland Sea Life Aquarium è possibile avere una visione subacquea della vasca principale attraverso delle grandi finestre.
"Lavorare con i leoni marini è davvero appassionante e diverso dal lavoro con altre specie come delfini o orche" - dichiara Daniel Gonzalo Barros, curator della vasca dei leoni marini - "dal momento che l'interazione tra addestratore e animali avviene in un ambiente comune: la terra. Sono animali molto intelligenti e territoriali, e la loro temibilità può essere legata alla loro stazza fisica davvero imponente. La loro aggressività può aumentare durante il periodo del calore e della muta del pelo, legata a cambiamenti sociali e ormonali, ma non sono animali aggressivi, se non in caso di minaccia. Per quanto mi riguarda, sono stato morso diverse volte dai leoni marini ma mai senza una reale motivazione e mai con la reale intenzione da parte dell'animale di aggredire. Il 99% delle aggressioni sono dovute a disattenzioni da parte dell'addestratore o situazioni mal valutate o movimenti sbagliati, che hanno creato nell'animale insicurezza con conseguente reazione aggressiva."