Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Padova (Veneto) - 12 Gennaio 2010

Furti a bordo di auto: pool Polstrada contro bande

Furti a bordo di auto: pool Polstrada contro bande
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-
Per contrastare il fenomeno delinquenziale dei furti a danno di ignari automobilisti lungo le arterie autostradali e le aree di servizio di questa regione, da tempo è stato costituito un pool investigativo che vede compartecipi tutte le Squadre di P.G. sezionali aventi giurisdizione in ambito provinciale, coordinate e dirette dalla locale Squadra di P.G. del Compartimento Polizia Stradale .
Nell'ambito di queste serrate indagini, venivano predisposti quotidiani servizi notturni attenzionando in particolare dapprima la provincia di Padova per poi estendersi nelle vicine province sempre lungo le principali arterie autostradali, posti in essere da personale delle Squadre di P.G. in abiti civili e con veicoli di serie.
Alle prime luci dell'alba sull'autostrada A/4 Serenissima, presso l'area di servizio San Giacomo ovest, gli investigatori della squadra Compartimentale e della sottosezione autostradale Verona Sud intercettavano a bordo di due autovetture di grossa cilindrata i quattro componenti dell'organizzazione criminale oggetto di indagine, che venivano seguiti e visti "operare" accostando gli automobilisti che erano in procinto di fermarsi per una sosta di ristoro presso le aree di servizio forzando le vetture li derubavano del contenuto.
I quattro individui di seguito elencati tutti pluripregiudicati e di origine campana, venivano dunque bloccati e tratti in arresto in flagranza di reato prima di che riuscissero a darsi alla fuga nell'area circostante.-

1. PUGGILLO SALVATORE di anni 38
2. ATTEO LUIGI di anni 34
3. ATTEO FABIO di anni 26
4. ESPOSITO GAETANO di anni 63

All'esito della perquisizione sulle due autovetture su cui viaggiavano gli arrestati, veniva individuata e sottoposta a sequestro ben occultata sul doppiofondo del baule posteriore numerosa refurtiva sicuramente riconducibile ad altri furti perpetrati nelle ore immediatamente precedenti :
- nr. 12 computers portatili di note marchi seminuovi;
- nr. 1 telecamera professionale
- nr. 3 macchine fotografiche digitali
Gli autori dell'azione criminosa summenzionata sono stati tutti associati presso la Casa Circondariale di Brescia a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.-
L'attività di indagine, mirata ad arginare il fenomeno dei furti a bordo di autoveicoli in sosta, continuerà incessante in tutta la regione a tutela della sicurezza degli utenti della strada che numerosi viaggiano sulle principali arterie autostradali, in particolare nei momenti di maggiore affluenza .-