Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Ascoli Piceno (Marche) - 11 Novembre 2017

Forza Nuova- Sinlai:allarme disoccupazione ad Ascoli Piceno

Forza Nuova- Sinlai:allarme disoccupazione ad Ascoli Piceno
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- WhatsApp
di Accorso
Ascoli Piceno, suona l'allarme disoccupazione

Il SINLAI e Forza Nuova Marche lanciano l'allarme.
Il tasso di disoccupazione nella provincia di Ascoli Piceno è tre volte superiore alla media nazionale.

In una nota congiunta a firma del Responsabile Nazionale del Sindacato Sinlai Valerio Arenare e del commissario delle Marche di Forza Nuova Giuseppe Zito, viene riportato un dato allarmante, ovvero, che nella provincia di Ascoli Piceno, ci sono oltre 30.000 disoccupati su una forza lavoro potenziale di 100.000 unità.

Il dato drammatico è il risultato, secondo Sinlai ed FN, di uno scarso interesse da parte delle istituzioni riguardo le reali problematiche del territorio e dalla incapacità dei politici locali e nazionali di trovare soluzioni concrete alla crisi occupazionale che attanaglia questa provincia.

Dai dati in possesso del Sinlai, rilevati dai centri per l'impiego, risultano occupati con contratto da dipendente circa 52.000 persone, le partite Iva e i lavoratori atipici portano il numero degli occupati a circa 72.000 unità, pertanto restano senza nessun tipo di occupazione 30.000 persone che rappresentano circa 30% della popolazione provinciale.

Inoltre, la fine delle agevolazioni per le imprese ha portato alla diminuzione sostanziale dei contratti a tempo indeterminato e all'aumento dei contratti a tempo determinato e/o atipici.

Una situazione gravissima su cui si deve intervenire immediatamente in quanto il dato dei disoccupati è in aumento , Sinlai e Forza Nuova chiedono l'apertura immediata di un tavolo tecnico per trovare soluzioni concrete al problema e preannunciano iniziative di protesta in tutta la provincia a sostegno dei disoccupati e dei lavoratori precari e contro la classe politica inadeguata ed incapace che sta Governando nelle Marche e nel resto del Paese.