Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Vieste (Foggia, Puglia) - 4 Dicembre 2017

Comunicato Stampa Sinlai

Comunicato Stampa Sinlai
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- WhatsApp
di aldo78
IL SI.N.LA.I CHIEDE DI ESSERE CONVOCATO DAL COMUNE DI VIESTE PER DISCUTERE LA DELIBERA N.202 DEL 27 OTTOBRE 2017

Con una lettera a firma del Segretario Nazionale Valerio Arenare, il SI.N.LA.I (Sindacato Nazionale Lavoratori Italiani) chiede di essere convocato dal comune di Vieste per discutere sulla decisione di emanare la delibera n. 202 del 27 ottobre 2017 che prevede l'accorpamento tra la Scuola media statale “D. Alighieri-A. Spalatro” e la Direzione didattica. Secondo il Sindacato la decisione è avventata e porterebbe, non solo a perdere dei posti di lavoro tra il personale ATA e amministrativo, ma ad un cattivo governo delle istituzioni scolastiche in oggetto della fusione. inoltre, la delibera, è in netto conflitto le Linee di indirizzo regionali per il dimensionamento della rete scolastica e la programmazione dell’offerta formativa 2018/2019 approvate con delibera di giunta regionale il 10 ottobre 2017.

nella lettera si legge:" In riferimento alla Delibera di giunta n. 202 del 27/10/2017, la scrivente Organizzazione Sindacale chiede alle S.V. di convocare un tavolo di concertazione per rivedere la succitata delibera. Riteniamo che la decisione presa dalla giunta comunale sia stata una scelta avventata in quanto è risaputo che l’accorpamento rende più complicata la gestione nonché porterà alla perdita di un posto dirigenza e un posto di direttore generale dei servizi amministrativi nonché diminuirà anche il numero del personale ATA il che porterà notevoli problemi per quanto riguarda la sorveglianza degli alunni, la pulizia delle aule e dell’intera struttura scolastica e, chiaramente, un peggioramento dell’attività amministrativa. Facciamo presente che con questa delibera, qualora la Regione Puglia si esprimesse con parere favorevole, Vieste diventerebbe l’unico comune pugliese a cedere volontariamente la propria autonomia. Ricordiamo alla giunta comunale, semmai ce ne fosse bisogno, che Vieste è considerato comune “montano” e che quindi l’autonomia delle istituzioni scolastiche è garantita con soli 400 alunni. Inoltre la succitata delibera è netto conflitto con i criteri evidenziati dalle linee guida della delibera regionale del 10 ottobre.
Per quanto sopra descritto, il SI.N.LA.I., chiede, alle S.V., di convocare nel più breve tempo possibile un incontro tra le parti in causa e le OO.SS. per rivedere la Delibera in oggetto della presente lettera e chiede di essere convocata all’incontro per poter esprimere il proprio parere a riguardo."

UFFICIO STAMPA SINLAI