Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Bologna, Emilia-romagna - 11 Marzo 2011

Baby-gang

Baby-gang
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-
Bologna:Dopo i due ragazzi minorenni, ieri mattina sono stati arrestati anche gli altri due componenti (due bolognesi di 22 e 23 anni) della baby-gang fermata dalla Squadra mobile di Bologna all'inizio di febbraio. Sono responsabili di quattro rapine in tre giorni, tutte nel centro di Bologna e ai danni di coetanei minorenni o appena maggiorenni: dopo averli colpiti con schiaffi e fingendo di avere un coltello in tasca, si facevano consegnare cellulari, lettori musicali e denaro.

Dopo le denunce per rapina di inizio febbraio, sono scattati anche gli arresti: i due minorenni (con precedenti per estorsione e rapina) sono finiti al Pratello il 18 febbraio sulla base di un'ordinanza del gip dei minorenni Anna Filocamo. L'ordine di arresto per i due maggiorenni, invece, e' arrivato ieri: lo ha firmato il gip Gabriella Castore su richiesta del pm Domenico Ambrosino. Il 23enne J.A., argentino di nascita ma di cittadinanza italiana, e' finito alla Dozza (aveva precedenti per furto aggravato e in passato era evaso dai domiciliari), invece il 22enne M.M. (incensurato) e' ai domiciliari.


Il gip Castore, nell'ordinanza, usa parole molte dure nei confronti dei due baby-rapinatori. Sottolinea infatti la loro "negativa personalita'" e la "pericolosa inclinazione alla violenza", giudicandone evidente la "pericolosita' sociale". Le rapine venivano messe a segno con "modalita' preordinata" e avevano come bersagli "vittime deboli".

Più visti della settimanaTutti