Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Padova (Veneto) - 15 Settembre 2009

Auto - killer ribalta furgone, abbatte semaforo e fugge

Auto - killer ribalta furgone, abbatte semaforo e fugge
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-
Accade in piena notte a Padova: un'auto attraversa a tutta velocit√† Prato della Valle, passa con il rosso il semaforo della basilica di Santa Giustina, via Cavazzana, e come il proiettile di un obice travolge un furgone che credeva di attraversare un incrocio senza trovarsi in una scena da film. Il botto √® terribile, la piazza pi√Ļ grande d'Italia √® scossa da una specie di esplosione.
Il van, come impazzito, finisce sul marciapiede, per fortuna a quell'ora senza passanti. La sua corsa si arresta contro il muro di un palazzo dopo avere abbattuto con grande fragore il palo semaforico. Nel frattempo l'utilitaria - killer continua la sua corsa per oltre 100 metri, con il frontale distrutto dallo speronamento. Il tempo di scendere dalla vettura, qualche istante per riprendersi, e i due occupanti si danno alla fuga, mentre le sirene di mezza città convergono verso il punto dello scontro. "Erano un italiano e un maghrebino", racconta un testimone, non si sa con quale attendibilità in preda alla concitazione. Quello che è sicuro è l'abbandono dell'auto in fretta e furia, prima che arrivino le forze dell'ordine. Ci sono tutti: volanti della questura, polizia municipale, vigili del fuoco. Bisogna capire cosa sia successo all'occupante del furgone. Nessuno ci crede quando a fatica lo fanno uscire miracolosamente, all'apparenza, senza un graffio. E' sotto shock: lo caricano su un'ambulanza, e lo portano in ospedale, la botta è stata tremenda, bisogna controllare che non ci siano complicazioni. Nel frattempo le pattuglie partono a caccia dei due pirati, con poche certezze: quei due avevano qualcosa da nascondere, e andavano molto, ma molto, di fretta.