Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Inveruno (Milano, Lombardia) - 24 Febbraio 2010

Arrestati rapinatori seriali di farmacie

Arrestati rapinatori seriali di farmacie
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER-
Visto che un colpo è andato bene hanno pensato di commetterne altri. Ma, di certo, non poteva durare. Nel giro di due giorni in zona si sono verificate due rapine in farmacia. Lunedì ad Ossona e ieri ad Inveruno. Entrambe commesse da una coppia di Bonnie e Clyde all'italiana. Ecco i fatti, come spiegati dal Comando Carabinieri di Legnano.

Alle 17 di ieri sono arrivati a bordo di una Fiat Panda verde, hanno parcheggiato in Piazza San Martino ad Inveruno, comune del legnanese, e sono entrati nella farmacia del paese, calandosi sul viso dei passamontagna e terrorizzando le tre farmaciste presenti all'interno della farmacia puntando verso di loro una pistola, poi risultata giocattolo. A dirigere l'operazione una donna, P.A., 40enne, barese, con precedenti specifici per rapina, che ha puntato decisa la pistola verso le farmaciste e ha impartito ordini al complice, un ragazzo, G.S., di Arluno, 26enne, che ha svuotato con una certa esitazione, come si nota dai filmati, la cassa del negozio, al punto che è intervenuta poi la donna con maggiore decisione a svuotarla completamente.

Soltanto il giorno prima un altro colpo, appunto ad Ossona. I due sono poi scappati a bordo della loro auto, risultata rubata soltanto dieci giorni prima. Ma i Carabinieri del Radiomobile della Compagnia di Legnano, che da giorni effettuavano servizi mirati antirapina, allertati dalla centrale operativa, che aveva appena ricevuto la chiamata di allarme dalle farmaciste, si sono messi subito alla ricerca del mezzo, riuscendo ad intercettarlo a Casorezzo. Dopo un breve inseguimento, la macchina è stata fermata e i due malviventi perquisiti. Sono stati subito trovati i soldi, circa 1500 euro, provento della rapina appena fatta e la pistola giocattolo.

I due, ormai scoperti, hanno ammesso di aver appena compiuto la rapina. Ora i Carabinieri indagano per scoprire altre rapine che la coppia potrebbe aver compiuto negli ultimi giorni nel territorio dell'Altomilanese. In seguito alle perquisizioni a casa dei due sono state trovate parrucche e maschere, sicuramente usate per fare rapine.
La coppia è stata quindi arrestata e tradotta al Carcere San Vittore di Milano.