Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Catanzaro (Calabria) - 14 Aprile 2017

Antonio De Santis: "A Naca"

Antonio De Santis:
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- WhatsApp
A Naca

Si tratta di una processione religiosa che si svolge il venerdì santo a Catanzaro ed in altri centri calabresi. Al centro della processione c'è la naca termine dialettale che deriva dal greco nachè che significa culla, nella quale è adagiato il corpo di Gesù.

Storia

Le origini del culto risalgono al medioevo, alcune ipotesi datano le prime processioni intorno all'XI secolo, periodo in quale la naca veniva trasportata da contadini e artigiani e in seguito dai rappresentanti delle corporazioni dei mestieri. Attualmente il trasporto è affidato ai rappresentati delle forze dell'ordine, ultimamente ai vigili del fuoco.

Struttura

La naca ha la tipica forma di una culla allungata ornata di damaschi e seta e attorniata da fiori. Agli estremi della culla ci sono quattro o piùangeli in cartapesta, che tengono in mano i simboli della Passione, alle spalle una grande croce illuminata.

Percorso

Il corteo si snoda nelle vie del centro storico cittadino, la culla viene preceduta dagli stendardi, gonfaloni e croci di penitanza delle Confraternite cittadine:dei Santi Giovanni Battista ed Evangelista, dell'Immacolata del Carmine e del Rosario. A seguire sono portate la croce bianca del Carmine, rossa del San Giovanni, nera del Rosario, celeste dell'Immacolata. Ancora dietro seguono gli ordini religiosi, poi la naca, l'Addolorata e per finire i fedeli.
Fonte :http://www.eventiesagre.it/Pasqua_Venerdi Santo/518_La Naca.html