Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Siena (Toscana) - 7 Dicembre 2017

Antidroga: blitz dei carabinieri nel centro storico di Siena

Antidroga: blitz dei carabinieri nel centro storico di Siena
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- WhatsApp
Siena  –  operazione antidroga dei carabinieri: colpite alcune piazze di spaccio di stupefacente nel centro storico senese.

I Carabinieri della Compagni di Siena al termine di un’articolata e complessa attività investigativa finalizzata alla repressione del traffico di sostanze stupefacenti, hanno eseguito un’ordinanza di Custodia Cautelare in carcere emesse dal G.I.P. del Tribunale di Siena su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di due cittadini marocchini domiciliati nel centro storico di Siena, che si occupavano della cessione di stupefacente di varie tipologie in diverse piazze di spaccio del capoluogo.


LO STUDIO DEI CARABINIERI -
Le indagini condotte dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile sono state avviate a seguito di alcuni servizi antidroga posti in essere nel febbraio 2016 che hanno portato alla segnalazione di alcuni giovani senesi alla competente Prefettura quali assuntori di stupefacente identificati in Piazza San Francesco e in piazza San Domenico.Nel complesso l’attività ha permesso di arrestare 5 persone – 4 a seguito di ordinanza e una in flagranza di reato – e di sequestrare numerosi dosi di sostanza stupefacente del tipo cocaina, marijuana e hashish.


LA RICOSTRUZIONE E GLI SPOSTAMENTI -
L’indagine ha permesso inoltre di ricostruire oltre 500 cessioni di droga consumate tra i vicoli del centro storico: Piazza san Francesco, via di Pantaneto, viale Fruschelli e Piazza San Domenico. Queste le principali piazze di spaccio dove i giovani, con un modus operandi ormai consolidato, si rivolgevano ai pusher del sodalizio criminale monitorato per acquistare singole dosi di stupefacente che venivano consumate per strada. La ricostruzione degli spostamenti dei soggetti tratti in arresto, nonché l’esame del materiale sottoposto a sequestro, ha permesso di accertare la centralità del sistema a carico di due soggetti, attualmente detenuti per i medesimi reati, identificati al termine di prolungati servizi di osservazione nelle contrade del centro storico.