Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.
Padova (Veneto) - 22 Settembre 2017

36° Festival Nazionale Teatro per Ragazzi "G. Calendoli"

36° Festival Nazionale Teatro per Ragazzi
Condividi su FACEBOOK- Condividi su TWITTER- WhatsApp
FESTIVAL NAZIONALE DEL TEATRO PER I RAGAZZI 2017
Padova, Piccolo teatro Don Bosco-Via Asolo
Dal 30 settembre al 3 dicembre 2017

Si apre il 30 settembre la 36esima edizione del Festival di Teatro Ragazzi più antico d'Italia.
L'edizione 2017 del Festival Nazionale Teatro per i Ragazzi "G. Calendoli" non deluderà le aspettative e un programma ricco di eventi animerà la vita culturale cittadina nel prossimo autunno, portando in città artisti provenienti da tutta Italia, scelti da una commissione sotto la direzione artistica del grande Paolo Poli.
Il Festival promuove diversi Premi: Premio Padova - Amici di Emanuele Luzzati, spettacolo vincitore del Festival; premio Rosa d’Oro, in ricordo di Rosetta Calendoli, spettacolo più votato dai ragazzi; Premio Tesserine d’Oro, riservato ai piccoli spettatori.
Gli spettacoli che compongono questa 36° edizione sono coinvolgenti, diversi gli uni dagli altri nel genere, nella forma, nel linguaggio, accomunati, però, dalla stessa peculiarità: di essere sempre tra i migliori proposti in Italia.

Ogni spettacolo verrà replicato per tre volte: i sabati pomeriggio alle ore 16, e le domeniche alle ore 10,30 e alle ore 16,00.
Com'è consuetudine, al termine del Festival, sarà assegnato il "Premio Padova" allo spettacolo vincitore. Lo spettacolo vincitore del Festival Nazionale del Teatro per i Ragazzi viene premiato con un'opera di Emanuele Luzzati. Essere vincitori del Festival è un fatto di grande prestigio, essendo uno tra i più importanti premi a livello nazionale.
Sarà assegnato anche il "Premio Rosa d'oro", istituito da Giovanni Calendoli per onorare la memoria della moglie Rosetta e per inviare un messaggio positivo ai genitori che portano i figli a teatro.
Collegato al Festival c'è anche il concorso "Tesserine d'oro - disegnare il Teatro e scrivere il teatro". Per vincere la Tesserina d'Oro è necessario presentare uno o più disegni, o poesie, o pensieri, o storie ispirati ad uno o più spettacoli visti al Festival in corso. Nei mesi successivi, alla chiusura della manifestazione, una Giuria stabilisce quali siano i dieci migliori tra disegni e scritti e ai loro autori si assegna la Tesserina d'€™Oro. Uno dei disegni viene scelto per divenire il simbolo grafico del Festival successivo e verrà riprodotto sui manifesti.
Come per la scorsa edizione, la direzione artistica è stata affidata a Paolo Poli, con la supervisione di Micaela Grasso, Segretario Generale dell'Istituto organizzatore.

Programma

Orario spettacoli: sabato, ore 16.00 e domenica ore 10.30 e 16.00

30 settembre e 1 ottobre 2017
ZAC, COLPITO AL CUORE
Compagnia Il Laborincolo-Panedentiteatro-ATCTP (Marche/Umbria)
Zac è uno scrittore dal “cuore di ghiaccio” che inventa solo storie di draghi e cavalieri coraggiosi ma, quando gli chiedono di scrivere una storia d’amore, si rifiuta ma si ritroverà coinvolto in una storia fatta di conigli che si vogliono sposare, tenere effusioni, canzoni sdolcinate e promesse di matrimonio: proprio la storia che aveva rifiutato di scrivere! E allora, cosa farà in questa storia d’amore? Cederà al richiamo della volpe che risolve tutto in un boccone? Oppure troverà il coraggio di liberare il proprio cuore? Ma per fare questo ci vuole coraggio! In scena un attore e dei muppets animati a vista: un coniglio in giacca e cravatta ubriaco d’amore, la sua amata che danza in un candido abito da sposa, una volpe affamata che si muove in silenzio…

7 e 8 ottobre 2017
C'ERA 2 VOLTE 1 CUORE
Compagnia TIB Teatro di Belluno
Una fi nestra nel cielo azzurro… Due bambini aspettano di nascere, aspettano con fi ducia… e immaginano il mondo che sarà … Lo creano sotto gli occhi degli spettatori: la fi oritura improvvisa di un albero di pesco; la luna, grande come una barca, dalla quale lasciarsi trasportare; una valigia da cui gemmano rose e farfalle… Elementi naturali fortemente evocativi, forme riconoscibili dai bambini, che sviluppano il loro immaginario e insieme all’armonico elemento pittorico dato dal graduale ingresso del colore, alle musiche dolcissime di Jacques Brel e Charles Trenet, incantano i piccoli mentre emozionano i grandi. Piccole magie, nell’attesa della meraviglia, della bellezza che verrà. Sì, verrà! Chi aspettano?

14 e 15 ottobre 2017
QUELLA NOTTE CHE LA NOTTE NON VENNE
Schegge di Cotone di Roma
La vita di Margherita procede a gonfie vele fino a quando non si accorge che intorno a lei accadono dei fatti strani: di notte le cose scompaiono e insieme spariscono anche i loro nomi e i ricordi associati ad essi. Decide, la notte successiva, di stare sveglia e così vede che i disegni prendono vita e lei si trova catapultata in un carosello di mondi immaginari, popolati da personaggi surreali: una strega, una terribile maestra d’asilo, una bambola smemorata e una bambina antipatica… Ognuno parla una propria lingua particolare in cui le normali regole grammaticali sono capovolte o disattese. Margherita deve affrontarli e decifrarli. Ce la farà ad arrivare alla fi ne del viaggio e capire perché le cose sono scomparse? Saprà riportarle indietro?

21 e 22 ottobre 2017
GIARDINETTI
Il Mulino di Amleto di Torino
Chi non è mai stato ai giardinetti? Nessuno! E tutti abbiamo potuto vedere, e ora sorridiamo nel ritrovarle, scene come queste! Candy, una curiosa e vivace bambina, trascina ai giardinetti la sua mamma, un’elegante signora perennemente al cellulare. Vuole giocare, saltare, incontrare nuovi amici... ma per caso, o forse no, si ritroverà improvvisamente da sola. Persa e un po’ impaurita andrà in cerca della mamma immergendosi in un mondo sospeso tra immaginazione e realtà, pieno di strani personaggi: un piccione magico, un coro di mamme in cerca dei fi gli, un biambino portiere un po’ imbranato, una bambina vestita come lei che le insegnerà a sognare... Candy attraverserà la paura della solitudine trasformandola in sorriso, smarrendosi in se stessa per vedersi meglio. Anche la sua mamma, sperduta nel “giardinetto” molto più di lei, vivrà avventure e incontri diffi cili che affronterà in modo adulto e, a volte, un po’ grottesco.

28 e 29 ottobre 2017
BLACK OUT-NEL MERAVIGLIOSO MONDO DI UOZ (APP)
ABC Allegra Brigata Cinematica di Bergamo
Intelligente, divertentissima, piena di signifi cati e di sorprese ma difficile da descrivere. Il mondo dell’incomunicabilità dovuto all’uso esagerato della tecnologia digitale. Due personaggi che non sanno dialogare, ognuno ingabbiato in un proprio canale comunicativo fatto di immagini, video, suoni, rumori, tic, sms, post, emotions: Pixel, si esprime solo tramite immagini, video e foto, non parla, non tocca, non sa ascoltare. Sonar, è la ragazza dai 1000 e zero volti, dalle 1000 immagini profi lo che scorrono sul suo viso-tablet, è immersa nel mondo social, un personaggio grottesco che vive e trasmette le sue emozioni solo attraverso emoticons, condivisioni e immagini… finché un blackout generale spegne il loro mondo. Troveranno, allora, un nuovo e più autentico modo per relazionarsi al mondo che li circonda?

4 e 5 novembre 2017
BIANCANEVE, LA VERA STORIA
Crest di Taranto
Chi non conosce questa fiaba, una delle più conosciute al mondo? In questo spettacolo viene riportata alle sue origini, raccontata dall’ultimo dei sette nani, testimone dell’arrivo di una bambina coraggiosa, che preferisce la protezione del bosco sconosciuto allo sguardo, conosciuto ma cupo, di una madre-matrigna, invidiosa della bellezza della figlia. Lo spettacolo porta per mano “dietro le quinte” della storia, lì dove prendono forma e vita i personaggi, i loro sentimenti e le loro azioni, talvolta buoni e talvolta cattivi, quasi mai sempre buoni o sempre cattivi. E, proprio come uno spettacolo, un po’ comico, un po’ emozionante; o come la vita che impariamo ad affrontare: un po’ dolce, un po’ irritante, un po’ divertente, un po’ inquietante, un po’…

11 e 12 novembre 2017
FRATELLI IN FUGA
Sanibriganti di Moncalieri (TO) con Fondazione Paidea di Babuin, Abruzzese, Busnengo, Fardella
L’avventura è quella di Lollo che un giorno decide di scappare di casa e andare all’avventura ma… il fratello più grande, Michi, lo segue. Michi è un fratello speciale, affetto da sindrome autistica e chissà cosa gli passa per la testa quando sta assieme al fratellino. L’avventura di una notte, piena di imprevisti e diffi coltà ma anche di divertimento, li aiuterà a scoprire che il loro legame è davvero speciale e che resterà tale anche quando saranno “grandi”.

18 e 19 novembre 2017
UN TESORO DI CARTA
Artistidea di Roma
Un’avventura mozzafiato quella di Federico e Gianfy, due ragazzi che, in un giorno di vacanza, dopo l’incontro con uno strano venditore di libri, decidono di usare la barca di papà per andare a fare un giro in mare da soli. D’improvviso un vortice li risucchia e li trasporta in un’avventura straordinaria alla scoperta del tesoro più incredibile che ci sia. Rinchiusi, senza possibilità di uscita, nella stessa grotta incontreranno uno strano naufrago che comunica solo attraverso l’uso di pagine di libri… un curioso orco con il suo tesoro. E piovre, navi e bisticci. Risate e commozione.
Un viaggio nell’amicizia, nella lettura e nella scoperta del rispetto che condurrà i nostri eroi alla scoperta del Tesoro di Carta! Scene imponenti e di grande effetto.

25 e 26 novembre 2017
DUE DESTINI
Intrecciteatrali di Porto Ceresio (VA)
Lo spettacolo vuole essere un grazie alla vita, un viaggio che parte da lontano, dal concepimento! Uno spettacolo capace di creare immagini, regalare emozioni, lasciando il pubblico rapito, coinvolto e immerso nel racconto di due feti concepiti uno in Europa e l’altro in Africa che ci conducono in un viaggio attraverso due mondi vicini, ma a volte davvero distanti e lontani, facendoci puntare l’attenzione su cose che a volte diamo per scontate e facendo riaffi orare il vero senso ed il vero gusto della vita. La nascita, la scuola, la malattia. Ascolteremo i destini di Rosa e Meskerem attraverso la voce di Andrea e la musica dal vivo di Massimo, portandoci alla scoperta di due mondi, di due vite parallele che si possono incontrare e scambiarsi il soccorso, l’affetto, la salvezza!

2 e 3 dicembre 2017
BELLA DA MORIR! AIDA E IL BAMBINO CHE SOGNAVA LA MUSICA
Teatro di Linguaggi di Fano (PU)
Trasmettere ai giovani spettatori il fascino di storie,melodie e personaggi del grande teatro d’opera? Raccontare Verdi ai bambini? Raccontare forse la sua opera più importante? Impossibile? No! Gli amici di Teatro Linguaggi da anni seguono un percorso sulla lirica con spettacoli sempre divertenti, intriganti, ironici.
Qui a introdurci nell’opera sarà un insolito personaggio: un custode… ma non di un teatro, non di una casa, non di un hotel… no: lui è il custode di un curioso cimitero di campagna! Nessuna paura: non ci sono fantasmi, né scheletri, ma un luogo che canta e suona! Perché le opere belle e i loro personaggi muoiono… ma restano immortali. Ed ecco che il piccolo cimitero si trasforma, si copre di sabbia, si ergono piramidi e prende vita la storia di Radames e Aida, bella… bella da morir!

INFORMAZIONI

Teatri Ragazzi G. Calendoli Onlus
cell. 3939812287 - 335277788
web: www.teatroragazzi.com
info@teatroragazzi.com
www.teatroragazzi.com
www.padovacultura.it