Stai usando una versione obsoleta di Explorer. Aggiorna alla versione 10
Fallo subito! Solo così potrai caricare i video su YouReporter e vederli alla miglior qualità possibile. Oppure usa Firefox o Safari.

Sta accadendoTutti

MALTEMPO, FIUMI IN PIENA IN CAMPANIA

Temperature in diminuzione, venti tempestosi e mareggiate. Nuova fase di maltempo sull'Italia dopo le nevicate che hanno colpito negli ultimi giorni alcune zone del Sud. Allerta in Campania per precipitazioni abbondanti. Fiumi in piena ed esondazioni nel salernitano: TUTTE LE IMMAGINI. Sei nelle zone colpite dal maltempo? Carica anche tu foto e video.

Hai anche tu un video o delle foto? Non aspettare. Condividi la tua testimonianza su YouReporter.it

Video-storie Tutte

  • Maltempo 30-31 gennaio
    Maltempo 30-31 gennaio
    Temperature in diminuzione, venti tempestosi e mareggiate. Nuova fase di maltempo sull'Italia dopo le nevicate che hanno colpito negli ultimi giorni alcune zone del Sud. Allerta sulla Campania per il rischio di precipitazioni abbondanti.
  • Scontri Cremona 24 gennaio
    Scontri Cremona 24 gennaio
    Giornata ad altissima tensione a Cremona per il corteo degli antifascisti dopo il ferimento di un attivista del centro sociale Dordoni, ora in coma. Scontri con la polizia proseguiti per ore. Cremona avvolta nella nebbia dei lacrimogeni.
  • Grandinata a Catania 22 gennaio
    Grandinata a Catania 22 gennaio
    Una forte grandinata ha colpito il centro di Catania. Disagi alla circolazione, strade trasformate in fiumi. Manto consistente di grandine per le strade. Allerta meteo elevata anche per le prossime ore.
  • Neve al nord
    Neve al nord
    Un fronte freddo in arrivo dalla Groenlandia ha causato l'abbassamento delle temperature, facendo scendere la quota neve a 400m. Fiocchi sulle Alpi e le Prealpi
cremona - 24 Gennaio 2015, di YouReporterNEWS. Il sabato di guerriglia a Cremona rivissuto minuto dopo minuto grazie a tutti i video caricati su YouReporter. La battaglia in ogni fase: dalla partenza del corteo in via Manzoni ai primi scontri in viale Trento e Trieste. Poi la lunga situazione di stallo con il lancio continuo di lacrimogeni da una parte, di pietre, molotov e bombe carta dall'altra. Infine la ritirata dei black bloc che assaltano le banche e i negozi lungo via Dante. 8 i feriti. A Cremona non si ricorda nulla di simile.

Video trasmessi in TV e onlineTutti

livigno - 21 Gennaio 2015, di iLoveLivigno. Oggi, martedì 20 gennaio 2015, intorno alle ore 14, 14-20 è scesa una valanga a Livigno in zona Val del Mont. - http://www.ilovelivigno.com/liv/2015/01/valanga-a-livigno-coinvolge-5-sciatori-uno-e-grave/ - http://www.ilovelivigno.com/liv/2015/01/aggiornamento-sulla-valanga-deceduto-lo-snowboarder-svizzero-christoph-lorenz/
roccalumera - 1 Gennaio 2015, di GazzettaJonica. Roccalumera - A mezzanotte in punto, quando tutti sparavano i mortaretti per festeggiare l’arrivo del nuovo anno, davanti la sede dell’ufficio postale do Roccalumera è scoppiata una bomba, che ha fatto più rumore, ma che non è stata tanto avvertita, visto il trambusto nel circondario. In verità si trattava di una banda di delinquenti che ha fatto saltare tutta la parete dell’ufficio postale di Roccalumera dov’era ubicato lo sportello Bancoposta. I fatti ci fanno presumere di una irruzione studiata sicuramente da parecchi giorni nei minimi particolari. L’assalto è stato repentino. I ladri riuscivano a metà nella loro ardimentosa impresa centrando l'obiettivo iniziale che era quello di scardinare il bancomat esterno, però non riuscivano a portare in salvo la refurtiva che veniva abbandonata a diverse centinaia di metri. I carabinieri di Roccalumera al comando del luogotenente Santo Arcidiacono sono arrivati sul posto subito dopo l’allarme seguiti dai carabinieri della Compagnia Sud di Messina guidati dal Comandante Paolo Leoncini. Sono scattate subito le indagini, con il controllo dei caselli autostradali e della Statale 114. Le ricerche sono tuttora in corso ed i malcapitati potrebbero avere le ore contate. I malviventi hanno lasciato sul posto un altro furgone, rubato il giorno prima in altra sede, servito per scardinare i serramenti dell’edificio dopo l’utilizzo di materiale dinamitardo. I danni sono ingenti. Sul posto si sono raccolte oltre cento persone, mentre si è formata una colonna di auto di oltre un chilometro. L’assalto all’ufficio postale di Roccalumera ha creato in paese un certo allarmismo, soprattutto per la ferocia determinazione con cui è stato portato a termine.